RITORNO ALLA VITTORIA CONTRO I MASTINI

thumbnail

Tornano alla vittoria i GLS Dolphins Ancona che domenica pomeriggio hanno avuto la meglio sui Mastini Verona.
Avvolti da un forte vento che ha condizionato il gioco di entrambe le squadre i dorici sono usciti fuori alla distanza, dopo aver preso bene le misure alla difesa avversaria e alle avversità temporali.
Nonostante il passivo infatti i Mastini si sono ben comportati, soprattutto in fase difensiva e, grazie alla loro fisicità unita alla coriaceità dei singoli, hanno permesso alla propria squadra di restare in corsa per la vittoria per gran parte del match.
Con il calare del vento tuttavia i Dolphins hanno potuto iniziare a puntare pesantemente sul gioco aereo, ottenendo i risultati sperati e la vittoria finale.
Sugli scudi il quarterback Collin DiGalbo che ha letteralmente trascinato la squadra alla vittoria con tre touchdown su corsa e due su passaggio. Poi Dillon Sherman ormai considerato da tutti uno dei migliori difensori dell’intero campionato. Ma straordinaria è stata pure la prestazione del sempreverde Simone Ragnetti autore di tre intercetti, votato dalla commissione IFL MVP della partita.
La cronaca. I Dolphins vanno in vantaggio alla prima occasione con una corsa di DiGalbo a cui fa seguito il calcio dell’extrapoint del rientrante Cristiano Brancaccio. 7-0.
Il secondo quarto offre davvero poco spettacolo con le difese brave a far correre poco e inutilmente gli attacchi avversari ed il gioco aereo “vietato” dal troppo vento. Tanta noia, ma dal nulla DiGalbo tira fuori dal cilindro un altro touchdown su corsa a cui fa seguito ancora Brancaccio mettendo il pallone in mezzo ai due pali per il 14-0.
Tornati dall’intervallo le cose non cominciano bene per i Dolphins. DiGalbo viene placcato e perde palla, il fumble che ne consegue riconsegna l’ovale ai Mastini che passano così all’attacco ed il quarteback Marco Bonacci è bravo su corsa ad accorciare le distanze: 14-6.
I Dolphins non si perdono d’animo e poco dopo ristabiliscono le distanze. Ancora corsa di DiGalbo che semina vari difensori e vola in touchdown, con il sempre valido Brancaccio a realizzare l’extrapoint. 21-6.
Nell’ultimo quarto ci sono solo i dorici. Il vento cala sensibilmente e si torna a giocare lanciando la palla. DiGalbo non si fa pregare e manda in touchdown Zac Quattrone con Brancaccio che non sbaglia il calcio del 28-6.
E infine DiGalbo manda in touchdown anche Chester Zoppi, con Brancaccio che porta il punteggio sul 35-6 calciando bene il quinto extra point della giornata.
Alla fine gli animi si scaldano e i Dolphins subiscono una doppia penalità nello stesso gioco per comportamento antisportivo nello stesso gioco di Sherman e Quattrone.
Ma i Mastini nonostante ciò non riescono a concretizzare nessuna azione azione d’attacco e la partita si chiude in pratica con il terzo intercetto di Ragnetti.
I Dolphins hanno adesso un record di 3 vinte e 2 perse ed osserveranno una pausa di due settimane dopo questa intensa quaterna di partite affrontate.
Poi, il 30 aprile alle ore 18, al Vigorelli verranno accolti dai Seamen Milano sin qui imbattuti in campionato e che nel week end appena trascorso hanno sconfitto i Rhinos nel derby di Milano per 52 a 0.