SCONFITTA AL TERMINE DI UNA GARA COMBATTUTA CONTRO I GUELFI

thumbnail

Trasferta con sconfitta per i GLS Dolphins Ancona. Perdono 36 a 21 in casa dei Guelfi Firenze in un sabato pomeriggio carico di emozioni e spettacolo giocando del buon football per gran parte dell’incontro.
La partita inizia con il terreno di gioco bagnato frutto della pesante pioggia caduta soprattutto prima della partita.
E subito è 8-0 Guelfi. Andrea Fimiani realizza un touchdown su corsa al primo drive e Jared Gerbino porta a casa altri due punti extra.
Qui iniziano i problemi per i Dolphins. L’onside kick tentato dai gigliati è recuperato da Giovanni Scialdone e dunque va a buon fine. Palla ancora ai Guelfi. Fimiani è implacabile e va in touchdown con Francesco Camorani che calcia l’extrapoint del 15-0.
Purtroppo per i dorici la storia si ripete. Ancora onside kick calciato dai Guelfi e ancora palla recuperata dagli stessi.
Questa volta quantomeno la terza azione d’attacco consecutiva dei Guelfi non va a segno.
E così i Dolphins possono giocare la loro prima palla soltanto a 5minuti e 52 secondi dal termine del quarto.
Il Drive è però proficuo perché Collin DiGalbo passa la palla che vale il 15-6 ad uno Zac Quattrone in versione ricevitore.
I Dolphins riacquistano fiducia e nell’azione successiva Lorenzo Evangelisti è bravo a causare un fumble su possesso di Fimiani che poi Dillon Sherman recupera dando un’altra chance all’attacco delfino che non si fa trovare impreparato: DiGalbo trova Antonio Nocera in end zone e Riccardo Petrilli segna il punto addizionale che vale il 15-13.
La partita si fa quantomai spettacolare e Firenze batte ancora un colpo: Fimiani passa a Gerbino per il 21-13 che è anche il punteggio con cui si va all’intervallo.
Tornati in campo però DiGalbo si fa subito intercettare la palla da Paolo Piaggio.
Seguono una serie di giochi nulli per entrambe le squadre finchè il quarterback dorico si riscatta pareggiando la partita con un touchdown in corsa corsa prima e un gioco da due poi.
Si entra così nell’ultima frazione di gioco che purtroppo sarà fatale ai Dolphins.
Gerbino supera la goal line su corsa e Camorani segna l’extrapoint del 28-21. E, nel drive successivo, Sebastiano Pascolo è bravo ad intercettare un lancio di Quattrone.
Firenze inizia a gestire il tempo ma va comunque in touchdown Ahmaad Tanner che poi realizza anche due punti nel gioco extra per il 36 a 21 finale.
Per l’analisi della partita spazio alle dichiarazioni dell’offensive coordinator Loris Aquinati: «È stato un inizio chocante. Abbiamo pagato un comprensibile gap di esperienza nell’affrontare simili situazioni di gioco. Il doppio onside kick ha influito più sul risultato che sulla prestazione in sé perché la successiva reazione ci ha portato al pareggio. Poi abbiamo perso per merito degli avversari e dei nostri errori ma ritengo che abbiamo comunque giocato del buon football».
Considerazioni sul tuo attacco?
«Abbiamo variato il gioco procedendo più speditamente in settimana nello sviluppo dell’attacco stesso. Siamo stati meno prevedibili, tutti si sono espressi molto meglio e al meglio in base alle loro possibilità. Si sono divertiti anche di più. E per noi è sempre importante quando i nostri ragazzi si divertono a giocare a football».
C’è da essere ottimisti per il futuro insomma:
«Nei ragazzi abbiamo notato netti passi in avanti nella consapevolezza dei propri mezzi. Mi sento di affermare che abbiamo giocato alla pari con una delle tre squadre candidate al titolo di campione d’Italia. Noi abbiamo risposto colpo su colpo alle loro mosse. E loro han fatto altrettanto. Gli episodi e gli errori in termini di posizionamenti e movimenti in campo dei singoli hanno fatto la differenza, oltre al classico gap fisico che paghiamo un po' con tutte le squadre ma che stiamo, anno dopo anno, colmando. I prossimi incontri saranno per noi la prova del nove».
Adesso testa a domenica prossima quando i GLS Dolphins Ancona ospiteranno al Mandela i Mastini Verona, frutto di una sconfitta con i Warriors Bologna ed una vittoria con i Vipers Modena. Orario di inizio del match, le 14,30.