MENO QUATTRO AL TERZO III FINS UP CAMP

thumbnail

Fins Up Camp 3. Torna il raduno che da tre anni cattura l’attenzione dei giovani giocatori di football da tutta Italia.
Dal 1 al 5 settembre, i ragazzi delle giovanili dei GLS Dolphins Ancona e tanti altri provenienti da tutta Italia vivranno e respireranno football 24 ore su 24 con una formula ampiamente collaudata: Allenamento la mattina subito dopo colazione; pranzo, seduta video e conferenze con autorità del football italiano nel primo pomeriggio, secondo allenamento prima del pasto, cena e attività ricreative che varieranno dal karaoke al trekking.
E come l’anno scorso ad ospitare l’iniziativa sarà la tenuta San Cassiano. Novità delle novità, il Fins Up Camp passa da quattro a cinque giorni.
L’obiettivo dell’iniziativa organizzata dalla Dolphins Ancona Academy di Paolo Belvederesi sarà come sempre forgiare i ragazzi di oggi per avere gli uomini e i giocatori di football di domani, tutto ciò insegnando loro a fare squadra. Perché da soli non si vince. Per il 2021 il camp è aperto ai ragazzi nati tra il 2001 ed il 2009 ed i posti son già quasi tutti esauriti.
Una credibilità, quella del Fins Up Camp, sempre più solidificata, certificata e garantita dagli enti e dagli sponsor che lo patrociniano (e che ringrazieremo in calce), nonché dagli ospiti che giungeranno anche quest’anno per spiegare ai ragazzi tante particolarità del football ai ragazzi ed i cui nomi sveleremo nei prossimi giorni.
La sicurezza sarà massima e garantita dal rispetto delle norme anti Covid vigenti. Tamponi gratuiti per tutti prima di entrare nel camp, igienizzazioni continue e distanziamento per una attività il cui responsabile sarà lo stesso Paolo Belvederesi. Garantita a tutti l’assicurazione e la presenza al camp di due fisioterapisti e di tutto il necessario per il primo soccorso.
E il capo del camp? Assisteremo ad un passaggio di consegne. Belvederesi lascia l’incarico a Renzo Gallina per fare il suo vice, oltre che come detto il covid manager. Un importante quanto giusto riconoscimento per Gallina, visto l’impegno e la professionalità che da anni dona alla causa Dolphins, e, non ultimo, a testimonianza del fronte multiforme che contraddistingue le attività dei Dolphins stessi.
Decine gli allenatori dei GLS Dolphins Ancona che coadiuveranno, alternandosi, Roberto Rotelli, Rik Parker e Andrea Polenta nell’insegnare football ai ragazzi. Sedute comuni, specifiche per ruolo e tramite utilizzo del Lis. Allenamenti che quest’anno verranno svolti in due aree distinte. La mattina al campo volo aeroclub di Fabriano, dove il presidente Lorenzo Berardi non mancherà di spiegare ai ragazzi il funzionamento degli aeroplani. Il pomeriggio invece sport e sudore al campo antestante la tenuta San Cassiano. Il tutto senza uscire dalla bolla anticovid creata dallo staff dei Dolphins.
Ancora più numeroso sarà infatti il personale che si occuperà di ogni aspetto: dalla logistica, al trasporto materiali, alle cucine, alle pulizie e alle varie ed eventuali per un complessivo di circa trenta persone coinvolte che si alterneranno nei cinque giorni di camp. Donne e uomini già facenti parte della straordinaria famiglia Dolphins ed a cui daremo ampio credito e risalto a fine avventura.
E visto il successo dello scorso anno verrà anche ripetuta la visita all’abbazia di San Cassiano in cui soggiornò San Francesco e che fu di straordinaria importanza per i cavalieri templari che vi soggiornarono prima di imbarcarsi per le crociate. Tutto ciò sotto la sapiente guida del gestore della tenuta Michele Marinangeli.
Si ringrazia per il patrocinio dell’iniziativa la Regione Marche, la Fidaf, il GLS e tutti gli altri sponsor, e dulcis in fundo i Dolphins Ancona che renderanno possibile questa straordinaria iniziativa per la terza volta, nonché L’AICS Macerata a cui la Dolphins Ancona Academy è affiliata.