FINS UP CAMP 2, INTERVISTA A LEANDRO PALOMBA

thumbnail

Due giorni al Fins Up Camp 2.
In questa marcia di avvicinamento all'evento organizzato dai GLS Dolphins Ancona che avrà luogo a San Cassiano dal 3 al 6 settembre e di cui vi abbiamo riferito ieri, daremo spazio e voce a chi arricchirà il meeting con i propri interventi.
E’ oggi il turno di Leandro Palomba, presidente dei Grifoni Perugia, Dottore Fisioterapista.
Salve Palomba. Sappiamo che la sua conferenza al Fins Up Camp sarà su due argomenti: l’importanza della fisioterapia nel football e il rispetto delle norme anti Covid.
«Salve a voi e grazie per avermi interpellato. Sì comunque. Cercherò di spiegare ai tanti ragazzi che interverranno cosa fare in caso di infortunio e come comportarsi in questo incredibile periodo storico che stiamo vivendo. Ringrazio sentitamente Paolo Belvederesi, Roberto Rotelli e la società dei GLS Dolphins Ancona per questa opportunità. La nostra amicizia e la nostra collaborazione vanno avanti. In questo caso approfondendo ed espandendo la cultura sanitaria».
Partiamo dalla fisioterapia allora. «Darò piccoli consigli su cosa fare per gestire alcuni tipi di infortuni che possono occorrere giocando a football. Tutto ciò in attesa di recarsi da uno specialista per farsi vedere ed esaminare per bene».
E sul fronte Covid? «Come detto stiamo vivendo un periodo storico unico. Una situazione mai vissuta prima da noi contemporanei. Tanto meno dai nostri diretti predecessori. Ci saranno da rimarcare molti comportamenti da tenere per vivere in sicurezza».
Cosa consiglierà ai ragazzi? «Ribadirò l’importanza del distanziamento, delle protezioni, del lavarsi costantemente le mani e altro ancora, Igiene e sanificazione sono molto importanti. Non si può e non si deve guardare al virus come ad un qualcosa di passato o con superficialità».
E poi? «Un aspetto che interessa più noi grandi che i ragazzi è quello delle responsabilità nelle società dilettantistiche nel caso qualcuno si contagi. Siamo in attesa del protocollo definitivo Fidaf e di tanti chiarimenti da parte del Coni e dei vari ministeri preposti».
Del Fins Up Camp cosa ne pensa? «E’ una splendida iniziativa che spero serva a portare tanto svago e serenità ai ragazzini in questa epoca complicata. Dimostreremo una volta di più che fare rete tra società sarà utile e farà la forza»