ATTESI 31 DOCENTI AL CORSO PER INSEGNANTI DI FLAG FOOTBALL

thumbnail

Un altro importante tassello per la diffusione del football americano nella nostra regione verrà posto domani, venerdì 11 ottobre.
Presso la sala del Coni al Pala Prometeo di Ancona è infatti previsto un corso di otto ore di flag football riservato ai docenti di educazione fisica delle scuole medie e superiori.
Ben trentuno gli iscritti da tutte e quattro le provincie marchigiane con uno sfasamento completo di città in città. Si passa da Ancona a Monterubbiano, da Loreto a Fabriano. Un passaggio a Falconara e Senigallia e poi su su fino a Pesaro o Fabriano. Senza dimenticarci di Ostra, Moie e Civitanova Marche. Un successo frutto della stretta collaborazione tra GLS Dolphins Ancona, Miur e Fidaf.
L’esperienza inizierà la mattina alle ore 9 quando Alessandro Zarbo, consigliere federale Fidaf e Presidente della commissione scuola e attività promozionali della Fidaf, terrà un corso teorico di circa quattro ore per istruire i presenti. Si passerà dallo spiegare cose è il flag football, quali sono le sue regole e le sue caratteristiche tecniche e tattiche basiche prima e specifiche poi. Verrà inoltre spiegato agli insegnanti l’importanza di ogni singolo ruolo e come inquadrare ogni alunno in attacco o in difesa, a lanciare o a correre e così via.
Dopodichè, a pranzo ultimato, ci si trasferirà nell’adiacente campo per una dimostrazione pratica che sarà tenuta dai seguenti coach di flag football dei Dolphins: Roberto Rotelli, Rik Parker, Roberto Imparato, Lorenzo Evangelisti e Kristian Giardinieri.
Alla conclusione a tutti verrà rilasciato un attestato di frequenza ed i crediti validi per il percorso formativo obbligatorio della professione.
Gli insegnanti potranno così far apprendere ai propri studenti la disciplina del flag football che, ribadiamolo, ha tra gli enormi vantaggi quello di essere uno sport che in età adolescenziale non fa distinzione tra sessi e quindi permette maggiore integrazione e socialità tra maschi e femmine non escludendo nessuno.
I Dolphins hanno assicurato la presenza in ogni istituto scolastico in cui insegnano i docenti presenti domani, qualora ve ne fosse bisogno.
«Svolgiamo questo tipo di attività dal 2013 –spiega Alessandro Zarbo- e mano a mano siamo diventati sempre più specifici e professionali. Il nostro scopo è di diffondere quanto più possibile il gioco e la passione per il football e favorire il recruiting delle squadre nelle varie zone della Penisola. In molti all’inizio hanno difficoltà a capire le regole del gioco e a comprendere il concetto di conquista del territorio. Ma mano a mano che si va avanti con la teoria e le dimostrazioni pratiche tutti comprendono ed escono dai corsi soddisfatti ed interessati a saperne sempre di più. Ringrazio i Dolphins ed il Miur per questa opportunità nelle Marche».
«Questa proficua collaborazione con i Dolphins, la Fidaf ed il mondo del football va avanti –esordisce Paola Tedde, coordinatrice provinciale delle attività fisiche del Miur- Dopo “Nessuno escluso” e le altre iniziative intraprese nei mesi scorsi, ora avremo la possibilità di far apprendere la disciplina del flag football in maniera professionale in tutta la regione. Una giornata che arricchirà professionalmente la carriera di molti miei colleghi visto che al termine verranno rilasciati crediti formativi per gli stessi. A questa maniera il flag football sarà sempre più presente ai giochi studenteschi provinciali. E non è tutto. Presto altre iniziative in collaborazione con i Dolphins vedranno la vita».
I GLS Dolphins Ancona ringraziano per la messa a disposizione dei propri spazi e per la disponibilità dimostrata il Coni ed il suo presidente regionale Fabio Luna oltre ovviamente alla Fidaf e al Miur.