U19, SABATO AL MANDELA ARRIVANO I RED JACKETS

thumbnail

Torna in campo la Under 19 dei GLS Dolphins Ancona che contro i Red Jackets rivelazione del campionato cercherà di mantenere intatta l’imbattibilità di questa stagione 2018.
Ma sabato 23 novembre alle ore 21 al Nelson Mandela non sarà la passeggiata che molti sostengono per i ragazzi do Coach Andrea Polenta.
Anzitutto Sarzana, come detto, ha sorpreso tutti sconfiggendo per ben due volte Bologna guadagnandosi così la chance di potersi giocare i playoff con Warriors ed Hogs.
Inoltre nonostante l’impegno e la concentrazione siano rimaste alte in queste due settimane, i giovani delfini non hanno potuto preparare al meglio la partita complici influenze di stagione, gite scolastiche e soprattutto qualche infortunio di troppo.
Stagione finita per lo sfortunato Brian Lorenzi. Sicuramente out, almeno per questa partita, Riccardo Gianfelici e Danilo Piccirilli. Il primo ha un problema al ginocchio, il secondo alla caviglia. Problemi anche per Romano Pazzaglia e Diego Rossini. Si spera di recuperare entrambi ma ogni decisione verrà presa all’ultimo.
«E’una partita da prendere con le molle –esordisce il coach Andrea Polenta- perché Sarzana viene da due vittorie. Si sono rilanciati, sono in piena corsa playoff e quindi giocheranno alla morte senza timori reverenziali, senza regalarci nulla».
E noi?
«Noi dal canto nostro non possiamo permetterci passi falsi e nonostante mille problemi abbiamo preparato la partita. Abbiamo avuto molte assenze, molti ragazzi sono infortunati. Ma dall’altro canto sarà una occasione per chi ha giocato meno di mettersi in mostra e far vedere quanto vale».
Chi teme di più dei Red Jackets?
«Guardando filmati e statistiche tendono a giocare molto più sui lanci che sulle corse. Hanno in Costantini un buon quarterback. Ma non potremo di certo trascurare il loro gioco su corsa».
E degli avversari e della situazione della under 19 in generale cosa ne pensa l’offensive coordinator Loris Aquinati?
«Sarzana è una buona squadra, ha sconfitto Bologna nonostante questi abbiano percorso molte più yard di loro. Ciò significa che sono lesti ad approfittare di ogni minimo errore avversario e non perdonano niente a nessuno. Sono a giocarsi l’accesso ai playoff grazie alla doppia vittoria sui Warriors ma dal canto nostro dobbiamo dare il massimo per sconfiggerli e piazzarci nella miglior posizione possibile per i playoff e dunque faremo di tutto per batterli, nonostante le assenze ed i problemi che abbiamo».
Sempre per il girone D, alle 14,30 di Domenica, a Reggio Emilia gli Hogs affronteranno i Warriors Bologna.