U19, LA PAROLA AI PROTAGONISTI DOPO LA VITTORIA SUGLI WARRIORS

thumbnail

Non è stata una passeggiata come il risultato finale lascerebbe invece intendere. I Warriors Bologna hanno dato del filo da torcere ai GLS Dolphins Ancona. Soprattutto nel primo tempo ed in particolar modo nel primo quarto, tanto da passare in vantaggio. Più alla portata è stato il compito della giovanile dorica nella seconda metà di gioco. Frutto non certo di un calo dei bolognesi quanto di una prestazione eccezionale di giocatori e tecnici verdi-arancio che ha permesso di fissare lo score sul 36-6.
L’analisi a freddo della partita spetta come sempre al coach dell’under 19 Dolphins Andrea Polenta.
Coach è stata una bella vittoria ma non abbiamo iniziato molto bene. O meglio loro hanno iniziato meglio di noi.
«Senza dubbio loro nei primi drive sono stati più determinati di noi tanto che abbiamo subito touchdown. Poi, appena abbiamo segnato noi, ci siamo sbloccati, siamo entrati in partita e mano a mano abbiamo fatto la partita che volevamo. Inoltre, senza trovare particolari alibi molti han giocato nonostante pesanti sintomi influenzali ed hanno impiegato tempo per conviverci».
Siamo apparsi in difficoltà nel ifendere sui lanci.
«Sì. Eravamo più preparati sulle corse bolognesi non c’è che dire. Inoltre il loro quarterback era molto bravo a lanciare. Poi, aumentata e di molto la pressione su di lui, le cose sono cambiate. Ne approfitto per fare i complimenti ai ragazzi e soprattutto al coaching staff di Bologna che ha preparato al meglio la partita».
Cosa le è piaciuto di questa partita?
«Che la gente sugli spalti di sicuro si è divertita. In difesa devo sottolineare le prove di Mattia Panti, Daniel Safar e Tommaso Bugatti. Bugatti che va segnalato pure per quanto fatto da quarterback in attacco. Oltre a lui vanno citati Cristiano Brancaccio e Riccardo Gianfelici andato in touchdown su passaggio di Bugatti».
Già dal terzo quarto abbiamo visto troppi ragazzi con i crampi. Come mai?
«Abbiamo una pausa e quindi ne approfitteremo per fare un richiamo di preparazione ed evitare che situazioni simili possano ripetersi. Altri consigli e suggerimenti su come evitare i crampi li darò personalmente ai ragazzi».
Nel week end i Dolphins non giocheranno ma gli allenamenti andranno avanti.
«Certo e ci mancherebbe. Tutto andrà avanti a pieno regime. Lunedì visione filmati, martedì piscina per recuperare, mercoledì allenamento intenso e venerdì vedremo cosa fare. E’ importante che vengano tutti perché ne approfitteremo per migliorarci, provare schemi e tattiche, limare i nostri punti deboli. Guai a far calare la concentrazione solo perché abbiamo vinto tre partite su tre».
Spazio ora ad uno degli eroi di sabato sera, Cristiano Brancaccio che si sta rivelando anche in questa stagione un running back micidiale oltre che un kicker di qualità assoluta.
Cristiano il tuo inizio di stagione è stato molto importante:
«Lo è stato per tutta la squadra. Abbiamo vinto tutte le partite sin qui disputate. E’ questo che conta. Poi ho dato il mio apporto e sono contento. E anzi mi dispiace che nella partita di Sarzana, causa qualche infortunio di troppo, non ho potuto giocare running back ma solo come kicker».
Vittorie a parte giudichi quindi molto positivo questa prima parte di stagione per i Dolphins.
«Sì ed il merito è anche dei ragazzi giunti in prestito da diverse parti d’Italia. Si sono integrati con il gruppo, sono indispensabili. Poi tutti i nostri coach che sanno guidarci alla grande. Personalmente se corro così tanto e realizzo così tanti touchdown devo ringraziare anche chi blocca splendidamente gli avversari per me e mi permette di trovare autostrade libere».
Come vedi il futuro di questa stagione per te e per i Dolphins?
«Per me? Non sono mai appagato e cerco di migliorarmi sempre, in particolare sui kick off. Cerco inoltre di migliorare il mio massimale nei field goal. Per la squadra sogno ovviamente il titolo di campione d’Italia, possibilmente vincendo tutte e sei le partite di regular season».
Nell’altro incontro del girone D gli Hogs Reggio Emilia hanno regolato i Red Jackets Sarzana 46-20 per una classifica che vede dietro gli anconetani i Warriors Bologna. Gli Hogs sono dunque terzi. Chiudono a zero i liguri.
Week end prossimo come detto riposo. I Dolphins torneranno in campo domenica 11 novembre alle 14,30 a Reggio Emilia.
Il successivo, ed ultimo per quanto riguarda la regular season, impegno casalingo è invece previsto per sabato 24 novembre alle ore 21 quando ospiti dei Dolphins saranno i Red Jackets.