UNO SGUARDO ALLA REGULAR SEASON APPENA CONCLUSA

thumbnail

Decisi finalmente giorni ed orari dei wild card match di prima divisione.
I GLS Dolphins Ancona se la dovranno vedere contro i Ducks Lazio domenica 17 alle ore 18 a Roma ed in caso di vittoria giocherebbero a Milano contro i Seamen la settimana successiva.
L’altro incontro, Giants Bolzano-Guelfi Firenze, è invece previsto sempre per domenica 17 ma alle ore 16. La vincente dovrà andare a Parma contro i Panthers sempre la settimana successiva.
Detto questo è il momento di fare un’analisi sulla partita coi Giants Bolzano e sulla regular season in generale con l’allenatore Roberto Rotelli ed il capitano di lungo corso Gigio Rosati.
E ora spazio al Coach Rotelli: «Contro i Giants abbiamo assistito a due partite ben distinte. La prima nel primo tempo dove grazie anche ad un touchdown alla prima azione siamo stati alla pari dei Giants nonostante qualche errorino di troppo abbia permesso loro di chiudere il primo tempo sul 14-6 per loro. La seconda, a qualificazione ai playoff ormai acquisita, dove si è giocato un po’ troppo sciolti. Nell'ultimo quarto ho anche deciso di dare spazio un po’ a tutti, soprattutto a quelle seconde linee che pur allenandosi e dando tutto hanno trovato poco spazio durante la stagione».
Andare ai playoff è comunque una grossa soddisfazione «Assolutamente sì. Abbiamo lo stesso record dell’anno scorso, 4-6, ma quest’anno è bastato per andare ai playoff. Segno di un campionato molto molto equilibrato e combattuto. Avvincente. Sono molto contento di questo risultato ottenuto. Poi si poteva fare meglio perché abbiamo perso due partite già vinte, è vero. Ed io ho le mie responsabilità. Ma ai playoff ci siamo comunque arrivati».
Affronteremo gli stessi Ducks che qui al Nelson Mandela ci hanno sconfitto negli ultimi due minuti dopo un primo tempo in cui gli avevamo dominati «Esatto. Dovremo trasformare quella sconfitta dolorosa in forza per accedere alle semifinali. La griglia playoff ci permetterà di riscattarci sempre contro di loro. I Ducks Lazio sono una bella squadra ma noi vogliamo arrivare in semifinale e faremo di tutto per riuscirci. Queste mie motivazioni dovranno averle anche tutti i ragazzi. Noi siamo quelli del primo tempo contro di loro, non quelli del secondo. Lo dimostreremo».
Altro da aggiungere? «In questa occasione mi preme ringraziare tutti, specie chi lavora senza mai avere tanta gloria come l’intero staff video e quello statistico».
E Gigio Rosati cosa ne pensa di questa stagione? «E’ stato un campionato lungo e molto equilibrato, caratterizzato da varie fasi. Abbiamo fatto bene ma alla fine abbiamo avuto anche fortuna e dobbiamo guardare anche alle tante partite buttate. Tre sconfitte su quattro sono a mio modo di vedere più dovute alla nostra inesperienza ed ai nostri difetti che agli avversari migliori di noi. Basta vedere che crolliamo sempre nei secondi tempi e che in un campo pesantissimo come quello che abbiamo trovato a Torino molti ragazzi hanno fatto fatica ad adattarsi, dato che era la prima volta che giocavano in mezzo al fango. Ad ogni modo il nostro primo scopo è far crescere quanti più ragazzi possibili ed anche sotto questo aspetto la stagione è da considerarsi positiva».
Ed un consiglio da dare ai giovani su come affrontare una partita dentro-fuori come è quella dei playoff? «Cambia poco o niente rispetto ad una partita di regular season. Anzi forse sono avvantaggiati, vista la posta in palio riusciranno a tenere meglio la concentrazione alta dall'inizio alla fine. Pertanto suggerisco a tutti di entrare in campo concentrati e col morale bello alto ad inizio partita e ad inizio terzo quarto. La rivincita contro Roma sarà una gran bella motivazione. Quindi sempre sotto con gli allenamenti fisici, tattici e tecnici e saremo in semifinale. Rispettiamo i Ducks ma sono alla nostra portata, faremo di tutto per andare avanti».