ALL IN CONTRO GLI WARRIORS

thumbnail

ANCONA - Sabato sera ALL IN per i Dolphins Ancona. Contro i blasonati Warriors Bologna si punta tutto. Terzultima di stagione regolare e per arrivare ai playoff non si può più fallire. Dopo la troppo sofferta vittoria esterna in quel di Napoli contro i Briganti, alle 20.30 il Dorico ribollirà di passione, per una partita che vale una stagione. "Stiamo facendo veramente i salti mortali - spiega Giorgio Gerbaldi, defensive coordinator dei Dolphins Ancona - quest'anno abbiamo avuto una serie di problemi enormi ogni singola partita. Tra infortuni, indisponibilità per lavoro e per gravi problemi familiari ci troviamo a dover inventare ogni volta formazioni, posizioni e ruoli nuovi ai nostri giocatori. Ma anche questo è football, anche questo è essere una squadra e siamo sicuri che noi Dolphins riusciremo a superare anche tutte queste situazioni sfavorevoli. Solo per dire, nella scorsa partita a Napoli abbiamo giocato con diversi ragazzi della giovanile in campo (su tutti Filippo Lombardi, Michele Mazzarini e Nico Naci), e senza i titolari Michele Marchini, Fabio Capodaglio, Tommaso Mosca, Mauro Gagliardi, Paolo Meneghetti, Mejdi Soltana, Arnaldo Sbriccoli, Luca Stoppoloni, Davide Rossini e altri ragazzi giovani come Garbini, Gambella e Clementi, e in corso di partita abbiamo subito gli infortuni di Lorenzo Pignataro, Lorenzo Fontana e Riccardo Fanini. E meno male che Filippo Limitone ha fatto una partita "monster" e che Simone Ragnetti, nonostante un dito fratturato e steccato, ha giocato attacco, difesa e special team risultando il migliore in campo. Per questa partita contiamo di recuperarne alcuni, anche se purtroppo Pignataro e Fontana hanno finito anzitempo la loro stagione, come Stoppoloni, Rossini e Gagliardi. Una volta che avremo saputo onorare il Dorico, la domenica successiva ci aspetta poi quello che sarà il vero e prioprio spareggio playoff a Bergamo contro i Lions la settimana successiva". Bologna ha attualmente un ruolino di marcia di 3 partite vinte e 5 perse, con 91 punti fatti e 209 punti subiti, mentre i delfini verdearancio hanno 4 vinte e 3 perse con 183 punti fatti e 136 punti subiti. In attacco Bologna può contare su alcune individualità di spicco, come il quarterback polacco Slusarz, il runningback Cira e i ricevitori Piva e Parlangeli, mentre in difesa spicca in particolare tutta la linea con Stefano Chiappini (tra l'altro ex dorico), Mirenda, Checcoli e Nadalini, coadiuvati dai linebacker Fabrizio Chiappini e Ricchiuti e dal defensive back Forlai, molti di questi nel giro della nazionale. La storia delle sfide con i guerrieri biancoblu vede la storica franchigia bolognese avanti per 8 vittorie contro le 3 conquistate dai dorici. Ma è proprio negli ultimi anni che la contesa è diventata particolarmente sentita e combattuta. Infatti, dopo alcuni punteggi "stellari" come il 66-67 del 2011 e il 68-83 del 2012 in stagione regolare seguito dal 34-41 dei playoff, sempre a favore dei Warriors, lo scorso anno la battaglia tra le difese ha visto uno striminzito 14-9 a Bologna e la successiva vittoria ancora più di misura (15-12) dei Dolphins al Dorico. Sempre sabato al Dorico, dalle 15.30 alle 17.30 ci sarà l'edizione 2014 della Dolphins Experience, una sorta di "porte aperte" durante la quale tutti gli appassionati potranno scendere in campo per provare gratuitamente l'ebbrezza di vestire casco e armatura e lanciare e ricevere la palla ovale, con i consigli e i suggerimenti dei coach e dei giocatori americani dei Dolphins. Anche per le ragazze il momento "open" con le cheerleader capitanate da Federica Manes che terranno le audizioni pubbliche per accogliere nuove sostenitrici nel gruppo. Altri match della giornata: sabato alle 18.00 Seamen Milano - Giaguari Torino, domenica alle 15.00 Giants Bolzano - Rhinos Milano, Aquile Ferrara - Briganti Napoli e Panthers Parma - Lions Bergamo.