U19, SI VOLA A FIRENZE PER LO YOUNG BOWL

thumbnail

Finale scudetto per i Gls Dolphins Ancona che sabato sera al Mandela di Ancona hanno regolato con un netto 16 a 0 i Grizzlies Roma. La squadra di coach Polenta attende il verdetto dell’altra semifinale tra Seamen Milano e Warriors Bologna per conoscere contro chi sabato 6 gennaio a Firenze dovrà contendersi lo Young Bowl.
Al solito i Dolphins hanno schierato una difesa granitica tarata con precisione e cura sulle peculiarità avversarie. L’attacco è stato ben contenuto inizialmente dai capitolini ma ha saputo colpire l’avversario alla giugulare alla prima occasione.
Primo quarto che s chiude 0-0 con attacchi costretti al punt. Quello dorico guadagna su terra con il solito Brancaccio ma si ferma sulle 35 yds dei Grizzlies. Nel secondo quarto inizia a piovere e sarà una costante sino alla fine. Uno sciagurato snap sbagliato dagli ospiti regala la palla all’attacco guidato da Rotelli sulle 18 yds del terreno romano. E con due corse Brancaccio varca la linea di goal segnando anche il calcio del 7-0. Si va sul riposo con un vantaggio risicato e tanta tensione negli spogliatoi, Fuori, nella gremitissima tribuna è la solita festa dello sport celebrata con l’arrivo dei Babbi Natale a dispensar leccornie.
Si riparte con la palla ai Grizzlies ma la difesa dorica non perde un colpo. Anzi è proprio il marchigiano Ferri a ricoprire un fumble sulle 10 yds romane a seguito di un nuovo incidente sullo snap dovuto ad una palla viscida. Pass per Gianfelici fuori sagoma e successiva reverse su Nocera che vola in meta. La trasformazione non riesce 13-0. Roma non ci sta, solo sette giorni fa a Reggio Emilia ha piazzato una rimonta di 14 punti e bisogna stare attenti. Il qb Croppenstedt prova qualche screen ma la difesa dorica è attentissima e su d una corsa di Molaioni ci scappa un nuovo fumble ricoperto da Giardinieri.
Fine quarto, ultimi dodici minuti che iniziano con un field goal di Brancaccio che però non centra i pali. Riparte Roma ma la difesa Dolphins ha spento la luce ed i romani non si trovano ne su lancio ne su corsa. Un nuovo fumble regala a Brancaccio la possibilità di calciare un nuovo fiele goal dall'ibterno delle 10 yard e stavolta la palla centra i pali, 16-0. Nel finale i Dolphins si inginocchiano concedendo l’onore delle armi agli ospiti ed al fischio finale c’è solo voglia di festeggiare.
A Firenze il 6 gennaio ci si giocherà il massimo trofeo di categoria .