NULLA DA FARE CONTRO I GIANTS

thumbnail

Nulla da fare per i GLS Dolphins nel match contro i Giants Bolzano. I vice campioni d’Italia si fanno mettere sotto dai dorici nel primo tempo (13 – 12 ) ma producono un secondo parziale stupefacente che in numeri si traduce in un 0 –20 per gli atesini. I ragazzi di coach Rotelli hanno prodotto un primo tempo inteso ed attento gettando in campo cuore ed aggressività. Purtroppo nella ripresa Bolzano trema ed una meta su corsa del qb Kasdorf fleggata per fallo segna l’inizio della fine dell’attacco anconetano.
Nel primo drive l’attacco atesino guidato da Hawke sfrutta al meglio un fallo della difesa dorica che regala un primo down e nel primo gioco successivo è lo stesso qb americano a trovare in meta Bonacci. 0-6. Ancona, senza “Iron” Marchini gioca il jolly di piazzare la star “Magic” Soltana anche in attacco come ricevitore. Kasdorf, reduce dalla frattura al polso, soffre la pressione della pesante ed esperta linea difensiva atesina e si va al punt. Rientra Bolzano e nuovo touch down sempre sull'asse Hawke – Bonacci. 0-12.
Sembra un film già visto in questa stagione dove il confronto con squadre più attrezzate ha generato gap di punti ingenerosi per la formazione marchigiana che, vale la pena di ricordare, dopo la dipartita di ben quattordici titolari rispetto allo scorso anno sta rifondando la prima squadra che i ragazzi under del proprio vivaio. Ed invece ecco una possente reazione dorica con un drive offensivo che si corona con la meta di Soltana. 6-12. Rientra la difesa dorica e capitan Dal Monte cattura un fumble del qb Hawke e lo riporta in meta. Gatto trasforma e si va sul 13-12. Bolzano in attacco subisce la pressione di Romano, Blair e della linea tutta e non riesce a correre. Con questo il risultato che chiude il primo tempo che lascia ben sperare per un secondo tempo combattuto.
Nell'intervallo il coordinatore difensivo dei Giants Wood aggiusta la posizione dei suoi ragazzi. Si riparte con palla in mano ai GLS che arrivano sulle 30 yds di Bolzano. Il qb Kasdorf corona uno schema splendidamente indovinato da coach Alpini e corre sino oltre la linea di meta. Il touch down viene però annullato per un fallo e la frustrazione del qb dorico genera un intercetto da parte di Visani. Sale in cattedra l’italo canadese dei Giants Mark Simone che spacca in due il match. E’ lui a segnare la meta che riporta avanti Bolzano. 13-18. Ancona deve reagire ma la difesa ospite si è desta ed inizia a pressare Kasdorf costretto a lanciare ben due intercetti su Brighenti prima e Ferrari poi. I Giants passano all'incasso con Ghirotti per un 13-24 prima e con Ghislandi poi che chiude il match sul 13-32.
Nonostante questa sconfitta la stagione dei GLS Dolphins Ancona è tutt'altro che chiusa. Domenica prossima a Bergamo, in casa Lions, si giocherà il match che per entrambe le formazioni è decisivo. Chi vince stacca il biglietto per la post season.