GABRIELE CARUSO SOSPESO DAL TNA

thumbnail

Fulmine a ciel sereno su Gabriele Caruso e i GLS Dolphins Ancona. Il TNA (Tribunale Nazionale Antidoping) ha provveduto a sospendere in via cautelare il giocatore Gabriele Caruso, offensive lineman dorico, perchè riscontrato positivo alla sostanza "Clostebol Metabolita" a seguito di un controllo disposto da Nado Italia (l'agenzia nazionale antidoping) durante la partita di campionato Dolphins - Guelfi Firenze.
"Sono estremamente dispiaciuto - commenta Caruso - perchè una mia leggerezza imperdonabile in buona fede sta causando un danno di immagine ai miei compagni, alla società e a tutto il movimento. Non mi sono mai dopato, chi mi conosce lo sa bene. Purtroppo, il 16 febbraio, durante la seduta di preparazione al campionato svolta in piscina con il capo allenatore e il resto della squadra, mi sono procurato un profondo taglio nell'alluce sinistro. Ho proceduto ad una medicazione personale provvisoria per evitare la fuoriuscita abbondante di sangue. Visto che durante gli allenamenti successivi la ferita, essendo molto larga, continuava a sanguinare mia madre ha provveduto a comprare in farmacia il 20 febbraio una comune pomata cicatrizzante senza obbligo di ricetta (Trofodermin, ndr) per cercare di evitare il continuo riaprirsi della ferita. Per colpa mia, non ho controllato la scatola esterna e il bollino che segnala l'eventuale presenza di sostanze proibite". Nelle prossime settimane il TNA si riunirà per approfondire la causa ed emettere la relativa decisione. Il giocatore ha rinunciato a chiedere le controanalisi avendo piena consapevolezza dell'errore commesso in buona fede.
La società Dolphins Ancona esprime la massima fiducia sia nei confronti del proprio giocatore sia nei confronti delle autorità predisposte ai controlli antidoping e alle decisioni conseguenti, sottolineando l'importanza e la serietà con cui vengono svolti tali controlli in Italia.