TRASFERTA IN CASA DELL'ARMATA SEAMEN MILANO

thumbnail

I "pendolari" della palla ovale sulla tratta Ancona-Milano sono pronti per la seconda trasferta consecutiva in terra lombarda. Sabato 18 alle ore 18 presso l'impianto sportivo G. Brera di Pero nei pressi di Milano, lo stesso della scorsa settimana, i GLS Dolphins Ancona, infatti, affronteranno l'altra formazione milanese, sponda Seamen, per la terza giornata di regular season del massimo campionato FIDAF di prima divisione. I Delfini adriatici, dopo aver ceduto alla carica dei Rinoceronti lombardi della scorsa settimana, cercheranno di non restare impigliati nella reta calata dai Marinai meneghini.
I Seamen, altro avversario di tutto rispetto, e altra pretendente allo scudetto della palla ovale nostrana, sono reduci da due vittorie consecutive in altrettanti incontri disputati e al momento conducono la classifica generale in coabitazione con i Marines Lazio. I milanesi nella prima giornata hanno regolato senza difficoltà i Grizzlies Roma e, nella seconda, si sono imposti, dopo una prima frazione di gioco piuttosto equilibrata, sui Lions Bergamo, battendoli a domicilio. Il team di coach Rotelli che aveva aperto la stagione battendo in modo chiaro i Guelfi Firenze, è poi incappato nella battuta d'arresto della scorsa settimana, ad opera dei campioni d'Italia in carica, i Rhinos Milano. La trasferta precedente ha visto soccombere i GLS Dolphins con un punteggio finale 33-7, che forse punisce eccessivamente la compagine marchigiana per quanto è riuscita a mettere in mostra in campo, senza arrendersi mai fino alla fine, nonostante il risultato già abbondantemente acquisito dai lombardi.
"La differenza tecnica ma soprattutto fisica si è vista indubbiamente sul campo - attacca coach Rotelli - soprattutto nelle prime fasi del match della settimana scorsa, ma devo comunque elogiare la prestazione dei miei ragazzi, che si sono sacrificati ed impegnati fino alla fine mettendo in campo tutto quello che potevano dare, mettendoci il cuore. Quando siamo riusciti a prendere le misure ai Rhinos, per lunghi tratti, abbiamo giocato alla pari. Ora dovremmo riuscire a concretizzare quanto di buono messo in campo la settimana scorsa e migliorare le cose che hanno funzionato meno. Ora quello che è stato è stato, e dobbiamo affrontare questa seconda non facile trasferta a viso aperto, cercando di giocare la nostra partita nel migliore dei modi possibile e se possibile cercare di fare una brutta sorpresa ai favoriti della vigilia Seaman Milano. Anche in questo caso ci troveremo ad affrontare una squadra solida e costruita per ambire alla vittoria finale, impegnata tra l'altro nella competizione europea Super Six, dove affronterà le migliori squadre continentali e, di conseguenza, anche questo impegno non può essere sottovalutato. Purtroppo avremo qualche giocatore uscito malconcio dalla gara precedente e quindi non disponibile in questo incontro, ma cercheremo di fare il meglio con quello che avremo a disposizione. Noi anche in questo caso non abbiamo nulla da perdere e scenderemo in campo con la consapevolezza di poter fare del nostro meglio. Poi si vedrà sul campo, perché ogni partita fa storia a se.”
Anche le statistiche relative all'incontro precedente confermano la lettura del coach dei Gls Dolphins Ancona, con il reparto d'attacco che è riuscito ad attivare 17 primi down contro i 18 degli avversari, ma a differenza dei milanesi i marchigiani non sono riusciti a finalizzare il proprio gioco offensivo, questo anche a seguito delle attente coperture delle secondarie dei Rhinos, sempre francobollate sulla batteria di ricevitori dorici.
Dorici che, come accennava l'Head Coach Rotelli, non potranno contare sui defensive lineman Evangelisti e Pannella: il primo a causa di una forte contusione alla spalla destra, il secondo a seguito di uno strappo muscolare patito nel corso della prima gara di campionato. In forse anche la presenza del forte ricevitore Michele Marchini, per motivi personali legati alla discussione della sua tesi di laurea. La nota positiva in casa marchigiana è il recupero del forte linebacker centrale italo americano Vince Romano, che nell'incontro precedente ha scontato un turno di squalifica comminatogli dal giudice sportivo a seguito all'espulsione subita nella gara con i Guelfi.
Anche in questo incontro i GLS Dolphins si troveranno di fronte un ex. In questo caso si tratta del quarterback italo americano Luke Zahradka (in foto in maglia GLS Dolphins), in verdearancio nella stagione 2015, che dopo aver vinto, lo scorso anno, il campionato ceco con i Praga Panthers, è tornato ad accasarsi in Italia, appunto, ai Seamen Milano. Luke che ha senza dubbio lasciato un buon ricordo ad Ancona, in virtù del doppio passaporto è nel frattempo stato chiamato in cabina di regia dal Blue Team, la nazionale maggiore italiana del football americano, con la quale si è qualificato per il prossimo campionato europeo che si svolgerà nella prossima estate.
Gli adriatici dovranno sfoderare una prestazione maiuscola per tornare a casa da questo doppio impegno in trasferta con un risultato positivo e, se possibile, dovranno migliorare ulteriormente quanto di buono visto in campo la scorsa settimana, per poi affrontare un doppio turno interno, comunque impegnativo, con Marines Lazio e Panthers Parma.