BRUTTA SCONFITTA A BOLZANO

thumbnail

Trasferta amara per i Dolphins Ancona che escono sconfitti per 34 a 0 dal campo di Bolzano. Quella che doveva essere in qualche maniera la partita della verità per gli uomini di coach Roberto Rotelli si è rivelata un’autentica disfatta. Delusione nel clan verdearancio che, tralasciando il risultato, non si aspettava una prestazione così sottotono da parte dei giocatori scesi in campo. Lo stesso presidente dei Giants Argeo Tisma a fine gara ha definito con tono amichevole “irriconoscibili i Dolphins scesi in campo allo Stadio Europa, lontani parenti di quelli ammirati al Dorico nella partita di wild card dello scorso campionato”. I Giants alla vigilia temevano molto questa partita che invece si è rivelata per loro più facile del previsto. Il rammarico è tutto per i Dolphins, costretti a partire alle prime luci dell’alba per una trasferta complicata e lontana. Coach Rotelli doveva anche fare i conti con le assenze per infortunio dei defensive lineman Stoppoloni e Castellani, mentre i Giants si sono presentati in campo senza alcun problema di organico e, quindi, con tutte le carte in regola per vincere. Ma questi non devono essere alibi. I Dolphins subiscono il primo touchdown (non trasformato) dei padroni di casa in avvio, ma nel complesso sembrano reggere i Giants sia in chiave difensiva che offensiva. La sensazione è che i verdearancio possano riprendere il risultato da un momento all’altro: entrano in red zone (ultime 20 yard avversarie) un paio di volte ma falliscono l’aggancio e il primo quarto si conclude 6 a 0 in favore di Bolzano. Nel secondo quarto si capisce come non sia proprio giornata. Una sciocchezza commessa in un’azione di punt return consegna la palla ai Giants in un’ottima posizione di campo: regalo gradito e 13 a 0. Come se non bastasse arrivano gli infortuni di Michele Marchini e Mejdi Soltana, che rientreranno nel corso del secondo tempo, comunque a mezzo servizio. Il primo tempo si conclude 20 a 0 in favore dei Giants. Vista la situazione, il coaching staff dorico prova a mescolare le carte nella ripresa ma il divario che separa i Dolphins dai padroni di casa è incolmabile. Anche i direttori di gara contribuiscono al parziale, penalizzando e non poco i dorici in un paio di situazioni. Nel finale, con i tanti giovani in campo, i Giants tengono facilmente a bada gli ultimi tentativi dell’attacco dorico e hanno la meglio della difesa verdearancio fino al definitivo 34 a 0. Tra errori di inesperienza, infortuni, sviste arbitrali e la stanchezza di una trasferta iniziata alle prime luci dell’alba, la voglia in casa Dolphins è quella di scendere nuovamente in campo per dimostrare a tutti il reale valore della squadra. Purtroppo, o per fortuna, dovranno attendere un paio di settimane, causa sosta per le festività pasquali. L’appuntamento in campo è infatti fissato per sabato 26 aprile alle ore 18 al Vigorelli di Milano contro i Rhinos.