VITTORIA SULLA LEGIO XIII E PRIMATO CONSOLIDATO NEL GIRONE D

thumbnail

I GLS Dolphins Ancona battono la Legio XIII Roma nel recupero della terza giornata del campionato nazionale Under 19 e consolidano il primato assoluto nel proprio girone con tre vittorie in altrettante gare. La partita, giocata a Pesaro a causa del sisma che ha colpito le basse Marche, ha avuto poca storia con la squadra di coach Rotelli che ha presidiato il rettangolo di gioco sia in attacco sia in difesa senza soluzione di continuità. Nel primo quarto è Thomas Palmucci ad aprire le segnature marchigiane con una corsa centrale che finalizza un buon drive diretto dal giovane qb Tommaso Bugatti. La difesa dorica è tirata a lucido da coach Domenichetti e concede poco agli avversari con Tommaso Sallei in evidenza sulla linea di scrimmage. Il bis viene da una corsa del solito Antonio Nocera che chiude il primo quarto sul 14 – 0 grazie alle due trasformazioni di Cristiano Brancaccio. La Legio XIII Roma ci prova ostinatamente, ma la difesa dorica fa buona guardia con la premiata ditta Kristian Giardinieri e Niko Naci. Rientra l’attacco di coach Aquinati che, penalizzato nel gioco aereo dal forte vento, si affida alle percussioni di Samuele Gatto e Palmucci che macinano yards correndo seguendo i blocchi della linea offensiva. Primo e dieci sulle 18 yds, cala il vento e subito il quarterback Bugatti viola la difesa capitolina con un passaggio in meta per Emanuele Gianfelici. Niente trasformazione. Roma cerca di ribellarsi al monologo verde arancio, ma si infrange su Mattia Gallina che vince lo scontro diretto con il proprio avversario levandogli il pallone dalle mani prima e piazzando addirittura un intercetto poi. Proprio questo recupero di palla permette agli Aquinati boys di prendere il largo con una corsa del qb Bugatti che finta la dive centrale e si invola sulla side line verso la linea di meta. 26 – 0. Roma accusa il colpo e nel drive successivo perde palla con uno snap impreciso che regala l'ovale ai Dolphins sulle 25 yard offensive. E così prima dell’intervallo è ancora una segnatura marchigiana con Cristiano Brancaccio che finalizza su corsa e poi va a calciare la trasformazione per il 33 – 0 che chiude il primo tempo.
Nella ripresa la difesa GLS Dolphins recupera subito la palla con un intercetto di Daniel Safar e l’attacco mette altri punti a tabellino sempre con una corsa di Brancaccio. Si entra in mercy rule e a questo punto i Dolphins hanno modo di fare esordire i tanti giovani che da qualche settimana si sono avvicinati al football americano. Il fischio finale suona con il tabellone che segna 39 a 0.
A fine gara l’allenatore dell’attacco Loris "Zio" Aquinati è soddisfatto, ma non troppo "Complessivamente una buona partita anche se abbiamo commesso imprecisioni sulle quali lavoreremo in settimana. Più ci avviciniamo ai play off più dovremo cercare la perfezione nell'esecuzione della nostra tattica offensiva". Gli fa eco l’allenatore della difesa Simone Domenichetti "Non abbiamo permesso segnature, ma ci sono state alcune letture sbagliate, soprattutto nelle rotazioni sulle coperture. Bisogna lavorare. Sono comunque soddisfatto perché anche i ragazzi che hanno esordito oggi hanno mostrato di conoscere gli schemi e di avere la testa sulle spalle". Prossimo appuntamento per i GLS Dolphins domenica prossima a Roma in casa della Roma Scuola Football, fanalino di coda del girone con un record di 0-3: è vietato sottovalutare gli avversari.