SPETTACOLO CONTRO GLI AMERICANI

thumbnail

Splendida giornata di football americano ad Ancona, dove i GLS Dolphins hanno affrontato per la prima volta nella propria storia ultra trentennale un college americano. Ospiti i Presidents di Washington & Jefferson, formazione di NCAA Div. 3 proveniente dalla Pennsylvania. "Chi si aspettava poco più di una sgambata amichevole è rimasto sorpreso - il commento di Paolo Belvederesi, general manager dei dorici - Entrambi abbiamo preso molto sul serio l'evento, mettendo in campo le migliori formazioni possibili e dando un grande spettacolo ai tantissimi tifosi sugli spalti. Per noi è stata un'esperienza assolutamente positiva, e per questo ringrazio la Dream Team Sports e Ivan Molteni, che ha organizzato con noi la visita del college ad Ancona. Si è creata una grande sintonia tra le due realtà e un bel legame tra i due coaching staff. Un legame che continuerà anche durante l'estate, visto che il coaching staff di W&J ha voluto invitare alcuni nostri allenatori a passare alcune settimane negli States ospiti da loro per condividere la preparazione estiva del campionato NCAA. Anche la grande soddisfazione di aver coinvolto per l'occasione tantissimi veterani degli anni passati che sono venuti da ogni dove, da Pescara a Roma, per ritrovarsi e passare insieme una bella serata di football."
Anche Mike Sirianni, head coach dei Presidents, si è detto molto soddisfatto: "Giornata fantastica, a partire dall'accoglienza, per finire alla grande cena organizzata dai Dolphins. In mezzo una partita vera, giocata con intensità e grande impegno da entrambe. Ci siamo divertiti, sia noi sia i ragazzi. Faccio i complimenti ai ragazzi di Ancona e auguro loro il meglio per il prosieguo della stagione in Italia, alcuni elementi sono veramente eccellenti". A fine partita il coach ha voluto omaggiare personalmente Michele Marchini, autore di 2 touchdown contro la sua squadra.
Il calcio di inizio del "1° Conero Bowl" è stato affidato al piede di Fabio Sturani, componente della Giunta nazionale del Coni. Partita che si è conclusa ovviamente con la vittoria degli americani, con il punteggio di 53-15, che soddisfa pienamente Roberto Rotelli, capo allenatore dorico: "Che dire? L'obiettivo era segnare almeno un touchdown e non prendere punti ad ogni loro serie di giochi. Ci siamo riusciti alla grande, visto che abbiamo segnato ben 15 punti, con 2 touchdown su ricezione di Michele Marchini e un ritorno di extra point da 100 yards di Mejdi Soltana. La difesa ha giocato benissimo, per tre volte non hanno segnato e li abbiamo fermati al 4° down, oltre ad aver bloccato diverse trasformazioni. Soprattutto sono contento che tutti i miei giocatori, dai più navigati ai più giovani, siano scesi in campo senza timore reverenziale e mettendoci l'anima. Solo l'apprensione per alcuni infortuni capitati a Michele Mazzarini, Davide Gatto e Gabriele Caruso, che saranno valutati in queste ore per capirne l'entità e i tempi di recupero". Passata la "sbornia" americana, ora la franchigia anconetana torna con i piedi per terra, per preparare al meglio il finale di stagione. Prossimo impegno sabato 4 giugno alle 18.00 sempre in casa contro i Marines Lazio, per l'ultima partita di stagione regolare prima dei playoff che assegnano il titolo. Per entrambe le formazioni la partita non ha valore fondamentale, visto che i GLS Dolphins sono sicuri del primo posto nel girone così come i Marines del secondo posto. Solo per la statistica, perchè in caso di vittoria, i marchigiani metterebbero a segno la prima "perfect season" (tutte vittorie, ndr) della loro storia.