A BOLOGNA PER BATTERE I WARRIORS

thumbnail

Sabato sera i GLS Dolphins Ancona saranno impegnati a Bologna contro i Warriors allo stadio Bernardi, meglio conosciuto tra gli addetti ai lavori come Lunetta Gamberini, storico palcoscenico del football italiano dagli anni '80. Uno sguardo ai numeri rende bene il clima di attesa della partita. La storia delle sfide con i guerrieri biancoblu vede la franchigia bolognese avanti per 9 vittorie contro le 4 conquistate dai dorici. E' negli ultimi anni che la contesa è diventata particolarmente sentita e combattuta. Infatti, dopo alcuni punteggi "stellari" come il 66-67 del 2011 e il 68-83 del 2012 in stagione regolare seguito dal 34-41 dei playoff, sempre a favore dei Warriors, nel 2014 la battaglia tra le difese ha visto uno striminzito 14-9 a Bologna e la successiva vittoria ancora più di misura (15-12) dei Dolphins allo Stadio Dorico. Anche lo scorso anno non si è andati lontano, con l'affermazione dorica per 10-0 a Bologna e la vittoria felsinea per 15-14 al Mandela. Batti e ribatti continuato anche in Under 19, con la vittoria biancoblu al Mandela per 15-20 e la successiva vittoria verdearancio in trasferta per 19-12. Insomma, partite sempre combattute, margini risicati e tensione alle stelle fino alla fine.
Quest'anno l'andamento delle due formazioni finora vede i GLS Dolphins a punteggio pieno dopo 4 partite, con 139 punti fatti e 52 subiti, mentre i Warriors sono per ora fanalino di coda avendo perso tutte le gare disputate finora, con 15 punti fatti e 81 subiti. "I numeri non devono ingannare - spiega Roberto Rotelli, il capo allenatore marchigiano - infatti i bolognesi visti finora hanno sì sofferto con l'attacco, ma hanno anche messo in mostra una difesa gagliarda e reattiva. Basti pensare che nell'ultima partita a Firenze hanno perso sì per 39-6, ma in realtà 14 punti toscani sono arrivati da ritorni di intercetto e l'attacco ha commesso ben 6 turnover. Su un totale di 10 drive offensivi dei gigliati i ragazzi bolognesi hanno subito 3 touchdown, però hanno anche costretto l'offense viola al field goal 2 volte e li hanno fermati obbligandoli al punt o a perdere il possesso per downs altre 5 volte. Direi niente male per una difesa di giovani italiani contro un quarterback americano. Questo per dire che dobbiamo stare attenti, rimanere concentrati e giocare fino in fondo dal primo all'ultimo minuto. Nessuno regala niente e se vogliamo la 5° vittoria ce la dobbiamo conquistare noi sul campo, spingendo sempre al massimo e non solo a tratti come contro i Grizzlies."
Tra l'altro per i dorici alcune assenze importanti, sopratutto in difesa: i defensive backs Riccardo Petrilli e Simone Ragnetti sono indisponibili, mentre è in forse la presenza del forte linebacker ucraino Roman Vikhnin che è dovuto rientrare in patria per un grave problema familiare, e solo domani si saprà se potrà essere di ritorno per la partita. Kick off previsto alle ore 21.00, ingresso gratuito.