U!9, BUONA ANCHE LA TERZA: 53 A 20 SUI DOVES BOLOGNA

thumbnail

I timori della vigilia si sono in parte avverati. Attesi dalla trasferta di Bologna contro i Doves dopo due sonanti vittorie a danno di Hogs Reggio Emilia e Angels Pesaro, il rischio di un calo di concentrazione o di tensione era dietro la porta. "Purtroppo così è stato - è il commento di Giuseppe Alpini, offensive coordinator dei marchigiani, per l'occasione promosso a capo allenatore visto il forfait dell'ultimo minuto di Roberto Rotelli per un guaio fisico - Siamo partiti subito forte, segnando in tutti i drive iniziali e tenendo i bolognesi a zero, recuperando palloni sia con intercetti e con un fumble ricoperto, arrivando fino al 33 a 0. Poi però abbiamo commesso il classico errore di concentrazione e ci siamo lasciati andare, concedendo ai Doves troppe yards di guadagno e lanciando a nostra volta un intercetto francamente evitabile. Bravi i ragazzi di Bologna ad approfittarne e a mettere punti sul tabellino nel secondo tempo. Atteggiamento che non possiamo permetterci di ripetere con l'altra squadra bolognese che ci farà visita sabato prossimo, i Warriors".
Sabato pomeriggio alle 17.00 infatti allo Stadio della Palla Ovale "Nelson Mandela" i dorici ospiteranno i Warriors Bologna per la sfida al vertice del girone. Entrambe appaiate a 3 vittorie e zero sconfitte, chi vincerà conquistando il primo posto nel girone potrà contare sul vantaggio del campo casalingo nella successiva fase ad orologio, ospitando la seconda e facendo visita all'ultima.
Tornando alla partita Doves - Dolphins, da segnalare la performance di Riccardo Petrilli che ha collezionato ben 287 yards "all purpose" tra ricezioni, ritorni e intercetti, oltre ai diversi giocatori che hanno messo la propria firma sulla vittoria: i runningback Cristiano Brancaccio (2), Jean Kpogo (1) e Samuele Gatto (1) con portate prepotenti sul terreno, il quarterback Filippo Burattini che ha segnato 2 volte con azioni di "QB sneak" mettendo a frutto i precedenti guadagni in aria di Riccardo Petrilli, autore a sua volta di un touchdown su ritorno di kick off. L'ultima segnatura porta la firma dell'esordiente Alessio Orlandini, abile a bruciare il cornerback e ricevere il lancio di Burattini in endzone. Infine da annotare gli altri 2 touchdown segnati nel secondo tempo e annullati per falli assolutamente gratuiti durante l'azione: un ritorno di intercetto ancora di Riccardo Petrilli e un'altro lancio lungo di Burattini per Orlandini. Difesa dorica altalenante. Infatti, se da una parte è stata in grado di recuperare ben 5 palloni con 4 intercetti (due di Filippo Toni e due di Riccardo Petrilli) e un fumble con Tommaso Bugatti, dall'altra ha subito le corse dei runningback e due lanci profondi che hanno portato a due segnature. Luci e ombre anche per gli special teams dorici che non hanno concesso nulla sui ritorni di calcio, ma che hanno sbagliato troppe trasformazioni successive ai touchdown.
Come detto prossimo impegno in casa sabato 31 ottobre alle 17.00, in palio la testa del girone.